Ansia da Prestazione: Fare Sport è di Grande Aiuto?

Ansia da prestazione sessuale

Solitamente quando si sente parlare di ansia da prestazione il riferimento al sesso è innegabile. L’ansia da prestazione sessuale è un fenomeno molto diffuso nei giovani e ciò può portare a problemi di salute psichica non indifferenti se invece di affrontare l’ansia ci lasciamo convincere che sia la nostra condizione naturale.

Non è questa la sede per parlare di ansia da prestazione legata al sesso, ma se necessario seguire il link indicato è un ottimo spunto di inizio per risolvere il problema.

Andiamo adesso invece a vedere l’ansia da prestazione in senso più ampio, ad esempio legato all’attività sportiva.

Ansia da Prestazione: c’è Relazione con l’Attività Fisica?

ansia da prestazione

Ansia da prestazione: Se parlo di esercizio fisico non mi riferisco necessariamente ad elevate prestazioni, è stato appurato che la maggior parte delle persone che praticano sport è solo perché si sente meglio. Sono d’accordo col fatto che il risultato di fare un’attività fisica ricreativa, anche se si è stanchi fisicamente, è ottenere un notevole miglioramento nel nostro stato d’animo.

Quando dico che lo sport è salute, lo dico con cognizione di causa, in quanto vi sono alcune interazioni molto chiare e di facile comprensione: il corpo e in particolare il cervello, ghiandole come l’ipofisi e i tessuti, producono diverse endorfine, note anche come neurotrasmettitori, che tendono a ridurre le percezioni di dolore e producono un grande miglioramento dell’umore.

Durante l’attività fisica è possibile renderci conto in che misura essa ci permette di distogliere il pensiero da situazioni di stress, dai problemi di lavoro, dalle preoccupazioni di ogni giorno. Tutto questo dà luogo ad un calo sensibile dell’ansia da prestazione.

Dobbiamo tenere in considerazione che l’attività fisica deve essere effettuata utilizzando buona parte della capacità cardiovascolare, con una costanza di almeno 3 volte a settimana ed ogni volta per almeno 30 minuti. In questo modo possiamo iniziare a vedere dei reali risultati. Il nostro compito resta quello di portare avanti questo ritmo per 12 settimane. E’ sempre consigliabile prima di iniziare effettuare dei controlli medici, che ci assicurano di poter effettuare l’esercizio fisico aerobico senza correre alcun rischio per la nostra salute.

Tra le Varie Attività Fisiche Troviamo

yoga prostata

  • Ciclismo
  • Aerobica
  • Canottaggio
  • Nuoto
  • Yoga

I Vari Benefici dell’Esercizio Fisico:

  • Aumento del rendimento scolastico
  • Aumento dell’autocontrollo e della resa
  • Aumento della fiducia in se stessi e dell’autostima
  • Aumento della memoria
  • Diminuzione dell’uso di droga e alcol
  • Diminuzione della tensione e della rabbia
  • Diminuzione dell’ansia
  • Diminuzione dei fallimenti

Stress e Attività Fisica Agonistica

In uno sport agonistico c’è la possibilità di migliorare di molto il proprio rendimento personale, molto più facile con il sostegno di un ottimo allenatore e motivatore, il sostegno della famiglia, della propria compagna di vita, degli amici, di uno psicologo. Ognuno di questi sostegni contribuisce a rendere un grande beneficio per l’atleta.

Può essere molto utile lavorare su un percorso di psicoterapia col proprio psicologo, dato che una preparazione fisica, tecnica e tattica, per quanto buona necessita di una forte forza mentale.

Una delle più note cause che influiscono negativamente sulle prestazioni fisiche, è la pessima gestione dell’ansia da prestazione, che produce improvviso e forte stress che può saltare fuori prima, durante e dopo una competizione.

L’ansia da prestazione è prodotta da vari aspetti: incertezza sulle prestazioni, un litigio in famiglia, un pessimo risultato in ambito sportivo, uno sbaglio…

La pessima gestione dell’ansia da prestazione, il più delle volte si manifesta prima di una competizione.

Un’improvvisa e forte ansia da prestazione porta ad un fortissimo stress psicofisico, che a sua volta produce un circolo vizioso responsabile della deconcentrazione e della disperazione, che sfocia infine in un pessimo rendimento.

Aspetti Fisici e Psicologici di un Alto Livello dell’Ansia da Prestazione

  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Disturbi della vista
  • Respiro corto e affannoso
  • Insonnia
  • Aumento della sudorazione
  • Difficoltà a prendere decisioni
  • Salivazione assente
  • Mancanza di concentrazione
  • Forte tensione muscolare
  • Produzione di pensieri negativi
  • Disturbi gastrointestinali
  • Insicurezza nelle proprie azioni

Possibili Fasi per Iniziare a Stare Meglio

  • Essere rilassato
  • Cercare la calma interiore
  • Riprendere il controllo delle emozioni
  • Abbassare il livello dell’ansia
  • Avere pensieri positivi
  • Affrontare il momento con ottimismo

E’ possibile aumentare la propria forza mentale con l’aiuto di uno psicologo che lavora in questo ambito. Concludendo, possiamo affermare che la responsabilità di ogni atleta è la dedizione e la costanza, due aspetti molto importanti nel portare avanti il percorso e la preparazione psicologica, inoltre deve avere le conoscenze necessarie per annullare del tutto l’ansia.

Fondamentale è comprendere che nelle cose di cui non abbiamo alcun controllo non ci dobbiamo preoccupare, può accadere che dopo essersi impegnati dando il meglio di se stessi, provando con ogni modo, è ancora possibile sbagliare e fallire, mantenendo profonda serenità.

Il segreto e la saggezza sta nell’imparare dai propri errori e non dare mai loro il potere di annientarci.

Un idea e un interessante spunto su come iniziare ad affrontare l’ansia da prestazione lo troviamo in questo semplice video: